La Nonviolenza nell'era dell'emergenza

CONVEGNO – 23 ottobre 2022 – Milano


Le biografie e i profili delle relatrici e dei relatori che animeranno il convegno, raccontandoci della loro nonviolenza.


Anna Bassi – Centro Esserci

Intervento: “Comunicazione Nonviolenta e trasformazione dell’’immagine nemica’ per facilitare il dialogo”

Formatrice certificata dal Centro Internazionale di Comunicazione Nonviolenta di M. Rosenberg, esercita la professione di formatrice, mediatrice di conflitti e counselor con la Comunicazione Nonviolenta offrendo formazioni in particolare nell’ambito scolastico, familiare e aziendale.

Dopo aver completato la scuola triennale di autoformazione con la Psicosintesi di Assagioli, e il percorso di formazione Palouse Mindfulness M.B.S.R., dal 2010 si è perfezionata nello studio e nell’applicazione della Comunicazione Nonviolenta conseguendo la certificazione internazionale. Sito web: http://www.annabassi.com

Il Centro Esserci, ideato da Vilma Costetti (1950-2013) e attualmente guidato da Giulia Corsi, da trent’anni promuove e sperimenta in Italia,in diversi settori, la Comunicazione Nonviolenta – Linguaggio Giraffa®. Il Centro Esserci condivide e sostiene in Italia la missione del CNVC (Center for Nonviolent Communication), promuovendo su tutto il territorio nazionale iniziative finalizzate alla diffusione del processo di Comunicazione Nonviolenta – Linguaggio Giraffa®. Un ricco ventaglio di proposte viene regolarmente indirizzato a un pubblico vario e vasto. Su richiesta vengono offerte consulenze individuali, corsi, seminari per genitori, insegnanti, educatori, medici e personale sanitario, politici, amministratori e dirigenti. Progetti e sperimentazioni possono essere realizzate in organizzazioni sia pubbliche che private. I settori nei quali sono state investite le maggiori risorse sono quelli dell’educazione e della scuola.

Consulta il programma completo della giornata


Sergio D’Elia

Intervento: “Dalla lotta armata all’azione nonviolenta”

Negli anni 70 partecipa al movimento, prima della sinistra extraparlamentare, poi della lotta armata. Viene arrestato nel maggio del 1979 e finisce di scontare la pena nel 1991. Nei primi anni 80 anima il movimento della dissociazione politica dal terrorismo, sceglie la nonviolenza e, nel 1986, si iscrive al Partito Radicale.

Nel gennaio 1987, grazie a un permesso, partecipa al congresso del Partito Radicale, nel quale “consegna” simbolicamente al partito della nonviolenza la disciolta Prima Linea, l’organizzazione violenta di cui aveva fatto parte. Nello stesso congresso viene eletto membro della segreteria del PR.

È attualmente Segretario di Nessuno tocchi Caino, che fonda nel 1993 insieme a Mariateresa Di Lascia, sua compagna e parlamentare radicale, Premio Strega 1995 con il romanzo “Passaggio in ombra”, pubblicato da Feltrinelli dopo la sua morte avvenuta nel ‘94. Sul tema più generale della pena, in particolare sulla realtà del “carcere duro” in Italia, scrive il libro-inchiesta “Tortura Democratica”. Nell’aprile 2006 viene eletto a Montecitorio nelle liste della Rosa nel Pugno. Il successo più significativo della sua iniziativa parlamentare e nonviolenta è la approvazione, nel dicembre 2007, della Risoluzione per la Moratoria Universale delle esecuzioni capitali all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Si impegna quindi nella campagna contro l’ergastolo.

Nel 2019, il “diritto alla speranza” ottiene il massimo riconoscimento nelle sentenze della Corte Europea dei Diritti Dell’Uomo e della Corte Costituzionale sul superamento dell’ergastolo ostativo. Dopo il superamento della “pena di morte” e della “pena fino alla morte”, col congresso del 2021 intravede una nuova frontiera della missione di Nessuno tocchi Caino: il superamento della “morte per pena” che connota il sistema penitenziario e la ricerca di «non un diritto penale migliore ma qualcosa di meglio del diritto penale».

Consulta il programma completo della giornata


Franco Fracassi

Intervento: “La diffusione della menzogna”

Giornalista, scrittore, documentarista, fotografo, esperto di geopolitica. Ha iniziato a svolgere la professione di giornalista nel 1988 scrivendo di viaggi. Poi è entrato a far parte della redazione del settimanale “Avvenimenti”.

Fino al 2004 ha lavorato per testate italiane e internazionali. Ha scritto per agenzie di stampa, quotidiani, settimanali, mensili, ha realizzato servizi radiofonici e televisivi, coprendo i principali eventi mondiali e realizzando inchieste su terrorismo, mafia, servizi segreti, corruzione. Tra il 1996 e il 1997 ha lavorato come inviato per il settimanale sudafricano “Sunday Independent”, realizzando reportage e inchieste in tutta l’Africa australe.Per sedici anni è stato inviato di guerra (Croazia, Bosnia, Kosovo, Angola, Sri Lanka, Iraq, Afghanistan, Israele).

Dopo il 2004 tutte le inchieste che ha realizzato si sono trasformate in libri o in film, alcuni dei quali hanno avuto un ottimo successo di pubblico e di critica, vincendo premi in tutto il mondo. ​

Come regista ha diretto quindici documentari d’inchiesta (di cui è stato anche autore e produttore), tutti distribuiti in Italia e all’estero. Come fotografo ha pubblicato su alcune delle principali testate internazionali (“The New York Times”, “International Herald Tribune”, “The Sun”), ha partecipato per tre volte al World Press Photo e ha pubblicato due libri fotografici.

Fracassi ha iniziato a insegnare giornalismo, scrittura creativa e geopolitica nel 1998. Da allora ha tenuto corsi per scuole elementari, medie e superiori, per università italiane e straniere, workshop e master per scuole post universitarie. Inoltre, ha tenuto e continua a tenere conferenze e seminari in tutto il mondo.

Consulta il programma completo della giornata


Vanni Frajese

Intervento: “La verità non ha bisogno di gridare”

Medico, docente, ricercatore, consulente. Specialista in Endocrinologia all’Università di Roma Foro Italico. Membro della Endocrine Society, New York Academy of Sciences.


Marco Guzzi

Intervento: “Pacificazione interiore e resistenza nel mondo”
In dialogo con Davide Tutino e Davide Sabatino
(Intervento registrato)

Poeta e filosofo, è laureato in Giurisprudenza (1977) e in Filosofia (1980), ha studiato a Freiburg e a Bonn. Nel 1999 ha fondato i Gruppi di liberazione interiore “Darsi pace” (www.darsipace.it).

Ha sempre affiancato alla ricerca poetica e filosofica un’intensa attività di comunicazione culturale attraverso seminari e conferenze, ma anche lavorando a lungo nei mezzi della comunicazione di massa e pubblicando raccolte poetiche e saggi su filosofia, spiritualità e tematiche sociali. 

Consulta il programma completo della giornata


Germana Leoni von Dohnanyi

Intervento: “Il prezzo della verità: il caso Assange”

È stata reporter dal Sud-est asiatico per il “Il Giornale” di Indro Montanelli e, dopo l’abbandono del direttore, per “L’Indipendente” di Vittorio Feltri. Ha collaborato con settimanali quali “Panorama” e “il Borghese”, con la radio tedesca Westdeutscher Rundfunk, con il periodico tedesco “Greenpeace Magazine” (Amburgo) e con la “Voce del Ribelle” di Massimo Fini.

È coautrice di Schmutzige Geschaefte und Heiliger Krieg (Pendo Verlag) e Somalia (Editori Riuniti). È autrice di Bush & Bush (Editori Riuniti), Rapporto Medusa (Mursia), Lo Stato Profondo (Imprimatur) e di “Julian Assange – Niente è Come Sembra” (Nexus Edizioni).

Consulta il programma completo della giornata


Linda Maggiori

Intervento: “Semi di Pace, da una crisi all’altra. Perché la tecnologia non ci salverà”

Giornalista freelance, attivista per l’ambiente, la pace, la giustizia sociale. In questo ultimo anno ha scritto contro la malagestione della pandemia cercando di contrastare il pensiero unico e la narrazione violenta.

Vive a Faenza (Ra) con suo marito e i loro quatto figli, dove da anni sperimentano e testimoniano uno stile di vita sostenibile: senz’auto, a rifiuti (quasi) zero, in un appartamento indipendente da fonti fossili, alimentato con sola energia rinnovabile. Ha scritto libri per bambini e adulti sulle tematiche dell’ecologia e della giustizia sociale. La sua ultima pubblicazione è Semi di Pace con il centro Gandhi edizioni, sugli ultimi due anni, dal virus alla guerra alla crisi energetica.

Consulta il programma completo della giornata


Giulio Milani

Intervento: “Dalla disobbedienza civile alla rivoluzione legale. Teoria e prassi della lotta in un quadro di emergenza democratica”

Giulio Milani (Massa, 1971) laureato in Storia, mentore letterario, dirige la casa editrice Transeuropa dal 2005. È autore del reportage di denuncia “La terra bianca. Marmo, chimica e altri disastri” (Laterza, 2015); ha fondato il movimento letterario de “Gli Imperdonabili” contro l’industria editoriale (2019).

In piazza contro il golpe bianco dal 2020, è l’ideologo e il presidente dell’associazione socio-culturale “Rivoluzione Allegra” di Massa Carrara.

Consulta il programma completo della giornata


Ugo Mattei

Intervento: “Decadenza del diritto, green pass e militarizzazione della società”

Nato a Torino, è Professore Emerito di Diritto interazionale e comparato dell’Università della California, e Ordinario di Diritto civile all’Università di Torino. Avvocato cassazionista, è stato tra i promotori dei referendum sui beni comuni del 2011.

Attualmente è presidente della Cooperativa di Mutuo Soccorso Ecologico “Generazioni Future” e, provvisoriamente, del risorto Comitato di Liberazione Nazionale. E’ inoltre promotore di “Commissione Dubbio e Precauzione”.

Consulta il programma completo della giornata


Davide Sabatino

Intervento: “Pacificazione interiore e resistenza nel mondo”
In dialogo con Marco Guzzi e Davide Tutino
(Intervento registrato)

Nato a Torino nel 1991, è danzatore, insegnante di danza, scrittore, poeta, performer e attivista politico. Direttore del laboratorio artistico e culturale Gesti Diversi e membro fondatore del Movimento Rivoluzionario L’Indispensabile; redattore e collaboratore del movimento Darsi Pace; articolista della rivista La Fionda; azionista di Generazioni Future e Coordinatore regionale Piemonte del CLN – Comitato di Liberazione Nazionale.

Consulta il programma completo della giornata


Paolo Sceusa

Intervento: Il filo non violento che unisce marcia, arte, astensione costituente e autonomia energetica

Paolo Sceusa, nato nel 1957, laureato in giurisprudenza nel 1981 a Trieste.

Conseguita nel 1982 l’abilitazione e la cattedra di materie giuridiche ed economiche, ha insegnato presso istituti superiori; Consigliere giuridico-legale presso la Regione F.V.G. nel 1983-1984. Avvocato dal 1984, ha esercitato l’attività forense presso l’ufficio legale di una Cassa di Risparmio. Magistrato dal 1985.

Giudice penale, civile e del lavoro presso il Tribunale di Gorizia fino al 1992. Pubblico ministero a Trieste dal 1992 al 2002. Giudice alla sezione civile del Tribunale di Trieste dal 2003 al 2009. Ha presieduto il Tribunale per i minorenni del FVG dal luglio 2009 al luglio 2015. Ha presieduto il Tribunale per i minorenni di Trento fino al 2020.

Pubblica regolarmente giurisprudenza e studi giuridici in trattati e riviste di settore, tradizionali e on-line. Partecipa sovente come relatore, ad incontri di studio e convegni su tematiche giuridiche ordinarie e minorili. Ha fatto parte della commissione nazionale di studio dei progetti legislativi in materia di famiglia e minori, istituita dall’ANM.

Collabora come docente alla formazione decentrata per la Scuola superiore della Magistratura. Offre regolarmente il proprio contributo didattico alla formazione permanente degli operatori socio-sanitari e scolastici; degli avvocati; del personale di polizia giudiziaria. È accreditato come docente ECM dal 2008.

Consulta il programma completo della giornata


Aligi Taschera

Intervento introduttivo: I fondamenti teorici e storici della nonviolenza
Intervento conclusivo

Nasce a Milano nel 1947. Inizia la propria militanza di antimilitarista nonviolento nel 1967, facendosi mettere 10 giorni a San Vittore per aver distribuito un volantino antimilitarista davanti alla parata militare del 2 giugno.

Nel 1968 confluisce nel movimento anarchico, nel quale resta fino al 1971. Nel 1972 si iscrive al Partito Radicale, nel quale, a partire dal 1975 viene eletto consigliere federale, venendo rieletto quasi ininterrottamente fino al 1989.

All’inizio del 1993 abbandona il partito per insormontabili divergenze sulla prima guerra in Iraq e sull’avvicinamento alla nascente area berlusconiana. Dal 1999 al 2005 milita nel partito dei verdi. Dal 2006 si ritira dalla politica attiva.
Laureato in filosofia, con una specializzazione post lauream in psicologia, ha lavorato come psicologo presso il Servizio Sanitario Nazionale, per poi approdare all’insegnamento di Filosofia e Storia in diversi licei, mantenendo anche una modesta attività privata di psicoterapeuta. È in pensione di vecchiaia dal 2014. Scrive anche nel blog Cercare Futuro.

Aligi Taschera è membro del Comitato organizzatore del convegno.

Consulta il programma completo della giornata


Davide Tutino

Intervento: “Tutti fuori! Nonviolenza e rovesciamento delle prospettive”
Intervento: “Pacificazione interiore e resistenza nel mondo”
In dialogo con Marco Guzzi e Davide Tutino
(Intervento registrato)

Nasce a Roma il 30 Marzo 1974. Ama la natura e la filosofia. Dal 1990 si affianca ai radicali di Marco Pannella, in particolare nelle lotte per la legalizzazione delle droghe, per l’esperanto lingua federale europea, per i diritti umani e civili delle minoranze. Come educatore fonda un asilo Montessori a Roma, e lavora per il recupero cognitivo e sociale dei ragazzi disabili.

Dal 2012 è docente di Liceo in Storia e Filosofia. Con il sindaco Ignazio Marino è vicepresidente del consiglio nel Settimo Municipio di Roma, e promuove la campagna per inserire il Parco dell’Appia Antica nel patrimonio dell’UNESCO.

Nel segno delle libertà civili porta sempre avanti la lotta per la libertà di cura e la libertà di scelta farmacologica. In particolare si inserisce nel solco della riflessione di Marco Pannella, che nel 1995 afferma: “I vaccini: se fossero resi obbligatori, aprirebbero la strada al vaccino contro il dissenso”.

Consulta il programma completo della giornata


Majid Valcarenghi

Intervento: “Nonviolenza, disarmo, smilitarizzazione”

Obiettore politico al servizio militare, cofondatore di Onda Verde/Mondo Beat e di Gli studenti alla città, il primo giornale di controinformazione del movimento studentesco a Milano, fondatore di Renudo, ambasciatore di Osho per l’Italia, autore di Operazione Socrate, nella segreteria radicale con Giovanni Negri.

Consulta il programma completo della giornata